Commissione ambiente: "osservatorio su quartieri popolari perche' li' non ci abitano animali"

1' di lettura 14/04/2021 - La commissione Ambiente e Igiene ha iniziato una battaglia a sostegno di una migliore vivibilità di quartieri popolari come Aranceto, Corvo e Pistoia.

Lo ha detto il presidente Eugenio Riccio sottolineando come "il degrado imperante in quelle aree sarà combattuto sollecitando tutte le istituzioni preposte – il sindaco, il Prefetto, l'Asp, l'Aterp – a fare il proprio dovere nei confronti di una cittadinanza la cui qualità della vita è paragonabile a quella delle favelas brasiliane".
Il consigliere ha annunciato l'iniziativa che porterà avanti la commissione che presiede: "In questi quartieri non abitano animali" è lo slogan, volutamente provocatorio, che coinvolgerà tutti i consiglieri comunali impegnati sul territorio a raccogliere le istanze e le sollecitazioni dei residenti per sollecitare, subito dopo, istituzioni e autorità preposte".

Verrà creato – ha aggiunto Riccio – un "osservatorio contro il degrado che, oltre a monitorare situazioni di scarsa civiltà, avvierà una vera e propria lotta senza quartiere finalizzata a eliminare una volta per tutte determinate condizioni. Senza mancare di rispetto a nessuno, questa iniziativa è un atto di responsabilità nei confronti di tanti concittadini costretti a vivere nell'assoluto degrado igienico-sanitario. Ci aspettiamo, di conseguenza, uguale senso di responsabilità da parte delle istituzioni interessate ai problemi, alle quali non è concesso nascondere la polvere sotto il tappeto, né girare lo sguardo dall'altra parte, attraverso attività di propaganda o fantasiosi blitz. Tutti i cittadini – ha concluso Riccio – meritano attenzione e rispetto.
I consiglieri che hanno partecipato alla commissione sono stati Angotti, Consolante, Corsi, Manuela e Sergio Costanzo, Gallo, Levato, Lostumbo, Rosario Mancuso, Mirarchi, Pisano, Praticò e Renda.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2021 alle 19:41 sul giornale del 15 aprile 2021 - 106 letture

In questo articolo si parla di attualità, Catanzaro, comunicato stampa, Comune di Catanzaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXwM